UNIEURO: chiesto intervento del Garante per attività commerciale scorretta

Riguardo lo scontato enorme incremento di fatturato dell’ E-commerce di +142,3% rispetto a Gennaio va condannato il comportamento di Brand molto noti che hanno continuato ad accettare ordini promettendo la consegna non avvenuta. Si tratta spesso di oggetti necessari per lo smart working come PC e monitor che hanno di fatto impedito lo svolgimento del lavoro da casa così come delle lezioni o degli esami universitari in modalità telematica.

Nell’ambito della sua attività di monitoraggio AdC ha ricevuto segnalazioni di numerose violazioni commesse ai danni dei Consumatori da parte della società UNIEURO, in contrasto a quanto promesso e pubblicizzato sia sul proprio sito che tramite volantini elettronici: “IL PIACERE DI RIMANERE SEMPRE CONNESSI – NOI CI SIAMO“ e “NELLA TECNOLOGIA PERFETTA PER STUDIARE E LAVORARE DA CASA – NOI CI SIAMO” al fine di condizionare le scelte dei Consumatori sulla consegna entro 10 gg che effettuano conseguentemente ordini di acquisto ed il relativo pagamento anticipato.

L’azienda non riscontra neppure le email degli utenti al servizio assistenza clienti (https://it.trustpilot.com/review/www.unieuro.it?languages=it&stars=1) né tramite il suo call center cui non risponde alcun operatore sostituito da inutili messaggi registrati.
Per questo AdC ha chiesto l’intervento del Garante per accertare se UNIEURO ponga in essere attività commerciale scorretta per tale comportamento e per il mancato riscontro alle proteste dei consumatori che al call center possono solo ascoltare inutili messaggi preregistrati.

Per segnalazioni di comportamenti scorretti è attivo lo sportello: ecommerce@avvocatideiconsumatori.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *