POPOLARE DI BARI: 20MILA CAMPANI COINVOLTI

Sono oltre 20mila le persone fisiche e giuridiche che hanno sottoscritto azioni e obbligazioni, subordinate e non, della Banca Popolare di Bari in Campania, soprattutto famiglie e piccoli imprenditori.

Quanto al rimborso dei bond, ordinari o subordinati, non dovrebbe esserci alcun problema, poiche’ l’istituto affidato alla gestione commissariale di Enrico Ajello e Antonio Blandini puo’ contare sulle risorse messe sul piatto dal Fitd (Fondo Interbancario di tutele dei depositi): 310 milioni nell’ambito di un progetto di rafforzamento patrimoniale che prevede ulteriori eventuali 390 milioni del Fitd e fino a 900 milioni del Governo tramite Invitalia grazie al decreto convertito in legge a inizio mese.

Per quanto riguarda invece l’esposizione azionaria, l’avv. Domenico Romito, Presidente nazionale di Avvocati dei Consumatori consiglia agli azionisti di prendere in modo energico la situazione. Bisogna al piu’ presto esercitare il proprio diritto di messa in mora dell’Istituto bancario e aderire a delle mini class-action (azioni collettive) che contestano la compatibilita’ dei titoli venduti con il profilo di rischio dei clienti: solo cosi’ i soci potranno sperare di recuperare qualcosa.

Per info e adesioni circa l’azione collettiva promossa da Avvocati dei Consumatori nell’interesse degli azionisti-risparmiatori di Banca Popolare di Bari potete scriverci a: info@avvocatideiconsumatori.it

Articolo pubblicato su Il Mattino in data odierna in allegato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *