Furto carta di credito: interviene la Cassazione (sent. n. 7 aprile 2016 n. 6751)

Furto carta di credito: interviene la Cassazione (sent. n. 7 aprile 2016 n. 6751)

Al Consumatore viene addebitato l’obbligo di custodire diligentemente la carta di credito e di verificarne il suo possesso.
Nel caso interiene la Corte di Cassazione con sent. n. 6751/2016 dispondendo di sanzionare il Consumatore che dopo aver subito il furto denuncia lo stesso solo dopo del tempo e senza informare la propria Banca dell’accaduto, e rileva che il Consumatore sia in questa fattispecie responsabile per omessa custodia e per omessa tempestiva denunzia, dichiarandolo tenuto a rimborsare la Banca per le somme prelevate dal ladro.

Tags: