Cartelle Pazze Cassa Geometri per migliaia di Geometri

AdC avvia iniziative legali ed apre sportello on line per la difesa dei loro diritti. CIPAG interpretando in modo restrittivo il suo Regolamento ha assunto in data 20 Luglio 2014 una delibera per richiedere il pagamento dei contributi minimi ai Geometri iscritti ai Collegi che pur non esercitando l’attività risultino aver compiuto più di 3 atti rilevati da piattaforma Sister dell’Agenzia delle Entrate. La decisione contrasta,tra gli altri,con:

a) legge Biagi che prevede l’esonero del lavoratore dal versamento dei contributi previdenziali se il reddito non supera €. 5.000,00;

b) la sentenza della Cassazione n. 1305 del 21 gennaio 2013, che richiede il requisito della continuità nell’esercizio della professione di cui all’articolo 1, comma 14 della Legge n. 236/1990, che ha modificato l’articolo 22 della Legge n. 773/1982 se non iscritti ad altra previdenza obbligatoria, con riferimento al periodo in controversia, successivo all’entrata in vigore della L. n. 236 del 1990;

c) parere Consiglio di Stato 881/1998 secondo cui: “non sussiste obbligo di iscrizione alla Cassa previdenza per i soggetti che esercitano attività professionale in maniera occasionale”.

Avvocatideiconsumatori contestando la pretesa a nome degli interessati ha notificato diffida di messa a ruolo di cartelle (di oltre 20 mila euro per i cinque anni non prescritti) tramite Equitalia che porterebbe effetti disastrosi per i Geometri coinvolti che invita ad aderire all’iniziativa collettiva di difesa dei diritti. Per maggiori info sull’azione ha attivato sportello telematico specifico: nocassa@avvocatideiconsumatori.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *