AUTOSTRADE SANZIONATA DALL’ ANTITRUST CON UNA MULTA DA 5 MILIONI DI EURO

“Pratica commerciale scorretta in relazione al pagamento dei pedaggi nei tratti interessati da lavori, e perciò soggetti a condizioni di fruibilità critiche”. E’ questa la motivazione con cui Il Garante ha sanzionato Autostrade.

In particolare, all’esito di una complessa attivita’ di indagine l’Antitrust ha accertato la violazione degli artt. 20, 22, 24 e 25 del Codice del Consumo dovuta all’assenza di un adeguato controbilanciamento tra i rilevanti disservizi causati dai tratti con scarsa viabilita’ ed il pedaggio richiesto.

Oltre ai rilevanti danni all’economia delle imprese destinatarie di merci, causati dal notevole aumento dei tempi di percorrenza di numerose tratte autostradali che, come si evince dal provvedimento, sono derivati da “un’intensa attivita’ di manutenzione straordinaria delle infrastrutture in concessione”, l’ASPI e’ stata anche considerata colpevole di non aver attuato le giuste procedure informative necessarie all’ottenimento di eventuali rimborsi, ritenute “omissive, inadeguate o, comunque, intempestive”.

La decisione legittima ora una richiesta di risarcimento degli utenti penalizzati dal disservizio. Per segnalazioni: info@avvocatideiconsumatori.it

Per maggiori info sulla decisione: https://agcm.it/dotcmsdoc/allegati-news/PS11644_scorr+sanz+estratto%20(omi).pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *