ASUS REITERA PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE: SANZIONATA PER 1,5MLN

Gia’ nel 2019 l’AGCM aveva accertato le condotte illecite dell’azienda taiwanese per comportamenti “ostruzionistici e dilatori per ritardare in particolar modo la sostituzione (Swap) dei prodotti inviati in assistenza, dilatando le tempistiche attraverso il ricorso a ripetuti tentativi di riparazione” dopo “inefficaci interventi di ripristino della funzionalità”. A seguito dell’accertamento l’Antitrust aveva vietato la reiterazione della pratica scorretta e contestualmente ASUS si era impegnata attraverso un comunicato ad adottare misure di esecuzione al provvedimento. Le condotte sono pero’ continuate, e l’azienda colpevole anche di “addebito di spese ingiustificate ai consumatori per la prestazione della garanzia legale” e’ stata giustamente sanzionata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

17 + 11 =