ADC OTTIENE CONDANNA DI SAN BENEDETTO S.P.A PER PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE

ADC OTTIENE CONDANNA DI SAN BENEDETTO S.P.A PER PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE

Il procedimento era volto ad accertare l’eventuale scorrettezza della pratica commerciale posta in essere dalla società San Benedetto, consistente nella diffusione, attraverso la stampa quotidiana e il proprio sito Internet (www.sanbenedetto.it), di messaggi pubblicitari relativi all’acqua minerale naturale San Benedetto che evidenziavano lo sforzo che il professionista avrebbe sostenuto nella riduzione delle emissioni dannose connesse alla produzione delle bottiglie in Pet. 4. Il messaggio a mezzo stampa, in particolare, era incentrato sulla valorizzazione delle caratteristiche di ecosostenibilità della bottiglia in plastica utilizzata per la commercializzazione dell’acqua minerale naturale San Benedetto, denominata “bottiglia eco friendly”, cui si accompagna la dicitura “- Plastica + Natura”. Nei messaggi, venivano presentate le speciali caratteristiche di tali bottiglie, ovvero essere “prodotte con meno plastica, meno energia e più amore per l’ambiente”, risultato reso possibile dai “costanti investimenti in ricerca che dal 1983 hanno permesso di ridurre almeno del 30% la quantità di plastica impiegata e quindi di contenere il consumo di energia”. Un asterisco posto in corrispondenza della vantata riduzione di plastica ottenuta rinvia a un testo a piè di pagina che specifica: “San Benedetto dal 1983 ha ridotto l’impiego di plastica per singola bottiglia in quantità pari al 58% per la 0,5 L, 32% per la 1,5L e 43% per la 2 L”. 5. I messaggi a mezzo stampa in cui si articolava la campagna pubblicitaria relativa all’acqua minerale naturale San Benedetto commercializzata con la nuova linea di bottiglie eco friendly presentavano ulteriori specificazioni al fine di illustrare il risparmio energetico conseguito per effetto delle ricerche effettuate dal professionista nel corso degli ultimi 25 anni.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato al termine del procedimento irrogò una sanzione amministrativa pecuniaria pari ad euro 70.000.

In allegato.

ACQUA MINERALE SAN BENEDETTO ADC