Stampa

Rallentamento IPhone: si scatena la bufera su Apple

. Posted in Telecomunicazioni e web

Se avete già notato un rallentamento del vostro Iphone, il colosso di Cupertino ammette le proprie responsabilità: il rallentamento è dovuto a una necessità di preservare la batteria degli smartphone "obsoleti" .

"Le batterie agli ioni di litio perdono capacità di rispondere ai picchi di corrente quando sono al freddo, hanno poca carica o sono vecchie. Questo puo' portare all'inatteso spegnimento dell'apparecchio per proteggere i suoi componenti" ha dichiarato la Apple. Si tratta di una dichiarazione sconvolgente considerato che si parla dello Smartphone più quotato sul mercato. 

Negli Usa sono state avviate già tre class action dopo che Cupertino ha ammesso di rallentare deliberatamente la performace dei vecchi IPhone con gli aggiornamenti.

Segnalateci la vostra esperienza a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

iphone

Stampa

E' legge l'obbligo di dichiarare che la telefonata è a scopo commerciale

. Posted in Telecomunicazioni e web

Una buona dose quotidiana di angherie in meno: diventa legge l'obbligo di dichiarare che la telefonata è a scopo commerciale.

Il disegno di legge in materia di telemarketing aggressivo, dopo essere passato all'unanimità in Commissione Trasporti del Senato, viene approvato dalla Camera e diventa legge.

Vige adesso l'obbligo in capo ai call center di rendere riconoscibili le chiamate pubblicitarie attraverso due appositi prefissi: uno per le chiamate commerciali e uno per le indagini statistiche. Altra modifica introdotta è dettata dalla possibilità di iscrivere una linea mobile al Registro delle Opposizioni, possibilità prevista in precedenza solo per linea fissa; peccato che il Registro delle Opposizioni venga già oggi ignorato dagli operatori che continuano a chiamare senza incorrere in alcuna sanzione.

 

bigstock-do-not-call-me-male-phone-stre-98876141

Stampa

Corte Ue:responsabili i siti per i contenuti pubblicati da utenti

. Posted in Telecomunicazioni e web

Video, musica e testi pubblicati su piattaforme online sono "comunicazione al pubblico", quindi serve autorizzazione del titolare dei diritti. 
Pronunciandosi per l'ennesima volta sul caso della pirateria musicale del sito web Pirate Bay la Corte afferma per la prima volta il principio della responsabilità del sito: "pur ammettendo che le opere sono state messe online dagli utenti, la Corte sottolinea che gli amministratori della piattaforma svolgono un ruolo imprescindibile nella loro messa a disposizione" ed anche che tale servizio è finalizzato "allo scopo di trarne profitto, dal momento che tale piattaforma genera, come risulta dalle osservazioni presentate alla Corte, considerevoli introiti pubblicitari".
Il principio di natura generale riguarda dunque anche le altre piattaforme web e social ed offre un fondamento giuridico importante per contestarne l'operato.
Stampa

Tariffe telefoniche mensili: l'Agcom si sveglia

. Posted in Telecomunicazioni e web

Apprezzamento viene espresso da ADC per la decisione di AGCOM di opporsi a questa deriva tariffaria che avrebbe probabilmente portato alla riduzione della tariffa su base giornaliera.Se gli operatori come sembra si opporranno in sede giudiziale ADC sarà al fianco di AGCOM.

Stampa

La truffa arriva su WhatsApp

. Posted in Telecomunicazioni e web

Anno nuovo truffe nuove, si sposta su WA la tecnica dell'invio di messaggi trojan inviati da contatti conosciuti già aggrediti dal virus sotto forma di invio di allegati Excel e di emoticon "Troppo belle!!!". 
Si tratta di virus di provenienza indiana in grado di sottrarre informazioni personali dal cellulare ed in particolare password e accrediti bancari.
Stampa

Come combattere la truffa "man in the middle"

. Posted in Telecomunicazioni e web

Si sta diffondendo questa nuova tipologia di truffa che consiste  in un inserimento nella corrispondenza email tra due aziende da parte del truffatore che dopo aver violato una delle due caselle postali, invia da un falso account appositamente creato una email contenente un nuovo conto corrente per il pagamento della fornitura.
Per combatterla diffidate dei cambiamenti di conto e nel caso contattate direttamente il fornitore.