Stampa

Bail in e titoli tossici:che fare

. Posted in Banche




I risparmiatori sottoscrittori delle quattro emissioni subordinate non quotate di Banca Marche (del valore di 205 milioni), le tre non quotate di Carife (148 milioni), le nove quotate (per 375 milioni) di Banca Etruria stando al decreto del Governo hanno perso tutto al pari degli azionisti.

Ma c'è una differenza sostanziale,mentre gli azionisti erano consapevoli del rischio che correvano con le obbligazioni subordinate potrebbero aver acquistato i titoli senza alcuna contezza del rischio considerando che acquistavano titoli di banche se non in default in una situazione molto critica,oppure per effetto di una decisione sollecitata in quanto esposti con le stesse banche.

Altre Banche hanno emesso obbligazioni subordinate come Veneto Banca (per 573 milioni) Popolare di Vicenza (quasi 1,13 miliardi) Mps, per 6,1 miliardi per non parlare dei fondi salsiccia tristemente noti per il caso Lehman.

Esiste il rischio che tali bonds siano finiti in altri titoli o strumenti finanziari che ignari risparmiatori possono aver acquistato inconsapevolmente attraverso quote fondi e polizze linked.

A poco più di un mese dal bail in i risparmiatori non sono stati informati dei rischi per cui AdC suggerisce di acquisire presso la banca la documentazione relativa all'acquisito e di verificare  se il  Fondo o l'Assicurazione presenta un sottostante con tali titoli.

Al fine di dare un aiuto a tutti i risparmiatori interessati Adc ha aperto uno sportello telematico all'indirizzo:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Share