Stampa

AVVIATI DUE PROCEDIMENTI ISTRUTTORI PER PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE NEI CONFRONTI DI AGOS, FINDOMESTIC E CARDIF

. Posted in Banche

L'AGCM, a seguito di segnalazione IVASS, avvia due procedimenti istruttori per pratiche commerciali scorrette nei confronti di AGOS DUCATO S.p.A., CARDIF ASSURANCE VIE S.A., FINDOMESTIC BANCA S.p.A., CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS S.A. 

Entrambi i procedimenti istruttori hanno ad oggetto due autonome condotte poste in essere dalle società citate, le quali avrebbero sottoposto a condizione la concessione a favore dei consumatori di prestiti personali alla sottoscrizione da parte degli stessi di polizze assicurative prive di connesione con il finanziamento, andando a compiere una "pratica legante" tra i prodotti bancari e assicurativi, in violazione degli artt. 24, 25 co.1 lett. a) Codice Consumo. In tal modo le società in questione avrebbero limitato la libertà di scelta dei consumatori con riferimento ai prodotti di finanziamento, facendoli ritenere che avrebbero potuto richiedere prestiti solo a condizione di sottoscrivere le menzionate polizze assicurative, che in realtà non ineriscono in nessun modo con i finanziamenti. Questo comportamento si concretizza in una violazione dell'art. 20 co. 2 cod. cons. secondo il quale 

"una pratica commerciale è scorretta se è contraria alla diligenza professionale, ed è falsa o idonea a falsare in misura apprezzabile il comportamento economico, in relazione al prodotto, del consumatore medio che essa raggiunge o al quale è diretta o del membro medio di un gruppo qualora la pratica commerciale sia diretta a un determinato gruppo di consumatori". 

Se avete dovuto sottoscrivere una polizza CARDIF LEGATA A UN FINANZIAMENTO AGOS O FINDOMESTIC, inviateci un'email su: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

Stampa

Popolare Bari:scavalcato ordine azionista

. Posted in Banche

All'esito di una complessa battaglia legale un azionista sig.Raffaele M.assistito dall'avv.Domenico Romito coordinatore di ADC ha ottenuto ed ha potuto esaminare oltre 50.000 mila pagine di ordini del registro cronologico.
Ebbene dall'esame è stato possibile accertare che altri "fortunati" azionisti pur avendo conferito l'ordine dopo hanno incassato il prezzo delle azioni. L'accertamento della violazione del diritto dell'azionista sia nei confronti dello stesso Regolamento della Banca che impone di rispettare il criterio della priorità degli ordini sia più in generale il principio della migliore esecuzione dell'ordine apre gli spazi per altre azioni collettive nei confronti della Banca per casi analoghi di ordini conferiti e non eseguiti.
La violazione si aggiunge infatti alle altre contestazioni mosse alla Banca per la violazione del TUF e Regolamento Consob sulla vendita di azioni illiquide prive di verifica sull'adeguatezza.  
Per maggiori informazioni sull'argomento, verifiche o segnalazioni:info@avvocatideiconsumatori.it
Stampa

Confermato il diritto dell'azionista socio di ADC alla consegna dei registri delle vendite azionarie di Banca Polare di Bari.

. Posted in Banche

BPB aveva chiesto alla Corte di Appello di Bari di sospendere la sentenza con cui il Tribunale di Bari aveva ingiunto alla Banca di consegnare i registri degli ordini di vendita ed eseguiti di azioni della stessa Banca.

Ebbene la Corte con sua Ordinanza datata 1 Dicembre e pubblicata in data 11 Dicembre ha respinto la richiesta limitandosi solo ad autorizzare l' oscuramento dei nominativi dei venditori,aspetto su cui aveva già espresso adesione davanti al Tribunale l'Avv. Domenico Romito difensore dell’azionista sig.MR.

Finalmente dunque attraverso l’Ufficiale Giudiziario (in caso di mancato adempimento spontaneo di BPB) si potrà dunque acquisire il Registro di tutti gli ordini conferiti dal 1 Gennaio 2014 e di quelli eseguiti dalla stessa data e verificare attraverso il numero cronologico identificativo dell'operazione se la Banca abbia rispettato il criterio di priorità nell’esecuzione degli ordini di vendita.  

Per maggiori info sulla decisione e l'azione collettiva in corso nei confronti della Banca:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Allegati
Download this file (consegna registri bpb.jpg)consegna registri bpb.jpg[ ]367 Kb
Stampa

Svolta nel contenzioso tra soci e Banca Popolare di Bari

. Posted in Banche

 
Un socio della Banca,sig.RM, assistito dall'Avv.Domenico Romito coordinatore di Avvocatideiconsumatori, ha vinto la causa per la consegna  del registro cronologico degli ordini di vendita dei soci della Banca.
Con sentenza a firma del Giudice dr. Sergio Cassano della IV Sezione Civile del Tribunale di Bari la Banca è stata condannata a consegnare il registro che si era più volte rifiutata di consegnare adducendo non meglio identificate esigenze di riservatezza ed il fatto che si tratterebbe di un documento interno della Banca, motivazioni che avevano costretto il socio a rivolgersi al Tribunale che aveva già emesso un decreto ingiuntivo di consegna poi opposto.
Entrambe le motivazioni sono state respinte dal Tribunale che ha ritenuto fondato il diritto alla consegna del socio.
L'esame del registro, che dovrà essere consegnato dalla Banca in forza della sentenza esecutiva, consentirà la verifica della posizione del socio al momento del conferimento dell'ordine e di comprendere se il l'ordine non è stato eseguito in favore di altri soci che hanno dato l'ordine in un momento successivo.
In sintesi la verifica della correttezza dell'operato della Banca, elemento essenziale nel rapporto tra socio e dirigenti della banca stessa.
La causa collettiva promossa dall'associazione per la restituzione dei risparmi investiti in azioni della Banca nel frattempo va avanti ed è aggiornata all'udienza del 31 Gennaio 2018.
Per informazioni sulla decisione e segnalazioni:  info@avvocatideiconsumatori.it - telefono 080/5213251
Allegati
Download this file (IMG-20171004-WA0004.jpg)IMG-20171004-WA0004.jpg[ ]158 Kb
Stampa

NON PAGATE NULLA per le insinuazioni al passivo delle banche venete

. Posted in Banche

In scadenza del termine per l'insinuazioni al passivo molte "associazioni" e "buoni samaritani" si sono precipitate a predisporre le istanze per far ammettere al passivo il presunto credito anche derivante dal possesso di azioni.

NON PAGATE NULLA!

Si tratta di una attività completamente inutile in quanto il capitale investito in azioni non sarà mai rimborsato all'esito di tale insinuazione. 

Stampa

BPB: indagati i vertici della Banca Popolare di Bari

. Posted in Banche

bpb
La Procura procede per l'ipotesi di reato di associazione a delinquere, truffa ostacolo alla attività della banca d'Italia e false dichiarazioni nel prospetto informativo depositato dalla Consob.
Questa inchiesta si aggiunge a quella già in corso relativa alla vendita di azioni della Banca e “favoritismi” nei confronti di soci i cui ordini di vendita sarebbero stati eseguiti scavalcando altri clienti. Se si dovesse accertare la fondatezza di queste nuove accuse la posizione della Banca nei confronti degli azionisti si aggraverebbe in quanto sarebbe chiamata a rispondere non solo per aver celato informazioni ai propri clienti ma addirittura per aver diffuso notizie non veritiere.
Avvocati dei Consumatori è in prima linea nella richiesta di accertamento dei fatti e continua nella sua azione collettiva per il recupero dei risparmi investiti in azioni. Per maggiori info e adesioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.