Stampa

Svolta nel contenzioso tra soci e Banca Popolare di Bari

. Posted in Banche

 
Un socio della Banca,sig.RM, assistito dall'Avv.Domenico Romito coordinatore di Avvocatideiconsumatori, ha vinto la causa per la consegna  del registro cronologico degli ordini di vendita dei soci della Banca.
Con sentenza a firma del Giudice dr. Sergio Cassano della IV Sezione Civile del Tribunale di Bari la Banca è stata condannata a consegnare il registro che si era più volte rifiutata di consegnare adducendo non meglio identificate esigenze di riservatezza ed il fatto che si tratterebbe di un documento interno della Banca, motivazioni che avevano costretto il socio a rivolgersi al Tribunale che aveva già emesso un decreto ingiuntivo di consegna poi opposto.
Entrambe le motivazioni sono state respinte dal Tribunale che ha ritenuto fondato il diritto alla consegna del socio.
L'esame del registro, che dovrà essere consegnato dalla Banca in forza della sentenza esecutiva, consentirà la verifica della posizione del socio al momento del conferimento dell'ordine e di comprendere se il l'ordine non è stato eseguito in favore di altri soci che hanno dato l'ordine in un momento successivo.
In sintesi la verifica della correttezza dell'operato della Banca, elemento essenziale nel rapporto tra socio e dirigenti della banca stessa.
La causa collettiva promossa dall'associazione per la restituzione dei risparmi investiti in azioni della Banca nel frattempo va avanti ed è aggiornata all'udienza del 31 Gennaio 2018.
Per informazioni sulla decisione e segnalazioni:  info@avvocatideiconsumatori.it - telefono 080/5213251
Allegati
Download this file (IMG-20171004-WA0004.jpg)IMG-20171004-WA0004.jpg[ ]158 Kb
Stampa

NON PAGATE NULLA per le insinuazioni al passivo delle banche venete

. Posted in Banche

In scadenza del termine per l'insinuazioni al passivo molte "associazioni" e "buoni samaritani" si sono precipitate a predisporre le istanze per far ammettere al passivo il presunto credito anche derivante dal possesso di azioni.

NON PAGATE NULLA!

Si tratta di una attività completamente inutile in quanto il capitale investito in azioni non sarà mai rimborsato all'esito di tale insinuazione. 

Stampa

BPB: indagati i vertici della Banca Popolare di Bari

. Posted in Banche

bpb
La Procura procede per l'ipotesi di reato di associazione a delinquere, truffa ostacolo alla attività della banca d'Italia e false dichiarazioni nel prospetto informativo depositato dalla Consob.
Questa inchiesta si aggiunge a quella già in corso relativa alla vendita di azioni della Banca e “favoritismi” nei confronti di soci i cui ordini di vendita sarebbero stati eseguiti scavalcando altri clienti. Se si dovesse accertare la fondatezza di queste nuove accuse la posizione della Banca nei confronti degli azionisti si aggraverebbe in quanto sarebbe chiamata a rispondere non solo per aver celato informazioni ai propri clienti ma addirittura per aver diffuso notizie non veritiere.
Avvocati dei Consumatori è in prima linea nella richiesta di accertamento dei fatti e continua nella sua azione collettiva per il recupero dei risparmi investiti in azioni. Per maggiori info e adesioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Stampa

Bpv: si avvicina l'accertamento dei fatti

. Posted in Banche

La Procura di Vicenza ha chiuso le indagini contestando ad alcuni esponenti dei vertici della società di aver costituito, gestito o avallato la prassi aziendale dei prestiti "baciati", ovvero la concessione di finanziamenti a soci della banca finalizzati all'acquisto delle azioni della banca stessa.
La procura individua in tale comportamento il reato di aggiotaggio e false comunicazioni alterando la percezione del valore Ed i prospetti degli aumenti di capitale del 2013 e 2014 fossero non veritieri. 
Adc sosterrà i propri soci nella costituzione di parte civile nel giuzio in caso di rinvio.
Per maggiori info Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
Bpv:si avvicina l'accertamento dei fatti
Stampa

AZIONI BPB: IL MERCATO CAMBIA MA I PROBLEMI RESTANO

. Posted in Banche

Le azioni BPB saranno negoziate su sistema multilaterale di negoziazione Hi-Mtf, segmento Order Driven azionario dal 30 giugno 2017.

Questo non significa che le azioni saranno quotate su un mercato libero dove potranno incontrarsi domanda ed offerta ma solo che dal sistema interno,che non aveva dato particolare prova di se, si passa solo ad un altro mercato ristretto con una banda di oscillazione definita sempre dalla banca che al momento al massimo potrà raggiungere il 12%.

Gli ordini già impartiti decadono salvo la loro riproposizione entro le 13:30 di giovedi 29 giugno 2017 che però non garantisce alcuna priorità e in ogni caso trascorsi i 60giorni l'ordine decade comunque. Il problema comunque non è il mercato di negoziazione, ma la mancanza di acquirenti di azioni BpB. 

Stampa

Banche Venete: dov'era la Vigilanza?

. Posted in Banche

Dopo le 4 Banche "risolte" e dopo l'ottima prova fornita anche in questo caso della Vigilanza, arriva una nuova soluzione italiana per le disastrate Banche Venete BPV e Veneto Banca che prevede uno stanziamento di oltre 5 miliardi, probabilmente solo l'inizio di altri esborsi da caricare su altri soggetti pubblici, tutti naturalmente in nome della tutela di correntisti e risparmiatori.
Come al solito vengono evocati soggetti deboli che probabilmente già da tempo hanno lasciato le Banche per la parte superiore alla quota bail in,per non parlare dei veri destinatari dell'obolo a carico dei contribuenti.
Banca Intesa si appresta a comprare la parte "buona" al mirabolante prezzo di 1 euro ma lo Stato deve evitare che i crediti,ovvero la parte buona acquistata, siano esercitati anche nei confronti degli azionisti "baciati" mentre i loro crediti seguano la sorte della Bad Bank, sarebbe una seconda ingiustizia insopportabile.
AdC attenderà la pubblicazione del decreto per valutare i termini a tutela di azionisti "baciati" e obbligazionisti subordinati.
Per maggiori info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.